Psicologia Abitare

Psicologia dell’abitare

La Psicologia dell’Abitare si occupa del rapporto tra la psiche umana e l’ambiente abitativo, attraverso ricerche e studi scientifici.”

“La casa è la rappresentazione del nostro interno. Di noi stessi. Di un luogo dove stare bene. Le case delle persone che vivono bene dentro sono immediatamente riconoscibili, non dipende dalla
ricchezza ma dall’armonia. Le case hanno un’anima.”

“Molti studi psicologici propongono una riflessione sul significato che riveste la casa per ognuno di noi, dalla più tenera età alla vecchiaia, sul parallelo tra costruzione di una casa e costruzione
dell’identità personale. Abitare è in fondo abitarsi.”

Citazioni importanti, estratti di articoli e studi sull’aspetto psicologico dell’abitare, perché dire casa non è dire “cosa” ma nasconde molto di più.

Le persone prima degli immobili “è il nostro claim, uno slogan che ci rappresenta ma sarebbe riduttivo considerarlo solo tale.
Perché la nostra professione non è solo “vendere case”, al di là di tutti gli aspetti tecnici e burocratici che un buon consulente immobiliare deve conoscere e saper gestire, il nostro lavoro è un viaggio continuo attraverso microcosmi articolati e variegati: nuclei famigliari, coppie… le persone.

La riuscita di una vendita, la soddisfazione di un cliente, la gestione efficace di ogni richiesta, e delle più diverse esigenze, il riuscire ad accompagnarlo in un percorso particolare come l’acquisto
o la vendita di una casa, sono operazioni che comportano un lavoro di ascolto, scambio e condivisione importante e “necessario”.

Il termine casa infatti ha un significato che non si ferma alla denotazione fisica di edificio, ma invece vive nel connotato sentimentale, relazionale e spirituale. Rappresenta uno spazio fisico intriso di significati simbolici ed emozionali, è per molti aspetti il riflesso della nostra psiche, del nostro mondo interno e del nostro modo di rapportarci agli altri. La casa rappresenta, per noi, uno spazio privato, intimo ma intriso di molteplici significati che la rendono specchio (e riflesso) della nostra identità.

Tutti abbiamo bisogno che il nostro spazio parli di noi, ci rappresenti, perché solo ciò da luogo ad un rapporto positivo con l’ambiente, un altro aspetto importante nell’identità individuale.
Un traguardo da raggiungere, momento di emancipazione e realizzazione, un elemento identitario che racconta di chi la abita.

Ogni casa è esperienza, una narrazione continua, un pezzo di vita! Ecco quindi che acquistarla, venderla o cambiarla assumono un aspetto più profondo per la vita di qualsiasi individuo.
Scegliere casa non è semplice, non esiste “una marca” o una via già tracciata, entrano in gioco aspetti psicologici (dell’acquirente), esperienze, credenze, convinzioni, pregiudizi, azioni ed emozioni.
Una somma di desideri e bisogni che definiscono una domanda ben precisa ma a volte difficile da inserire, e adattare, in un mercato particolare come quello immobiliare.

Affidarsi ad un professionista in un momento così delicato rappresenta forse la soluzione più vantaggiosa, per riuscire a trovare un equilibrio tra l’idea e la concretezza del progetto, un
passaggio imprescindibile per accedere a quella “proposta” perfetta: quella casa che sembrava sogno e poi diventa realtà.

La psicologia dell’abitare indaga e analizza gli aspetti più disparati del rapporto tra individuo e spazio abitativo, vorreste saperne di più? È un argomento che vi incuriosisce?
Fatecelo sapere! Noi non vediamo l’ora di parlarvene ancora!

Torna su